Sound + Vision: tour celebrativo per David Bowie

David Bowie - Sound + Vision Tour 1990 (Photo by Donna Santisi)

David Bowie – Sound + Vision Tour 1990 (Photo by Donna Santisi)

Sette mesi di tour per 108 concerti in 24 paesi, tra cui, per la prima volta, l’Europa dell’Est e il Sud America. Sarà anche la prima occasione in cui un artista inglese si esibirà in Argentina, dalla guerra delle Falkland.

Spiega tutto ciò David Bowie il 23 gennaio 1990 al Rainbow Theatre di Londra alla conferenza stampa di presentazione del Sound + Vision Tour.

Non c’era nessun disco da promuovere, ma l’idea di quella serie di concerti fu della EMI, la quale nel 1989 aveva iniziato a rimasterizzare e a ripubblicare tutto il catalogo della RCA di Bowie insieme a una casa discografica del Massachussetts, la Rykodisc, a partire dal cofanetto Sound + Vision.

Per evitare che quel tour venisse visto come una semplice “mossa commerciale”, Bowie inizialmente annunciò che la scaletta dei concerti sarebbe stata decisa, in parte, dai titoli più votati in un sondaggio telefonico internazionale, e poi scioccò tutti dichiarando che per accettare di fare quel tour aveva giurato che in futuro non si sarebbe mai più lasciato convincere a reinterpretare i suoi vecchi brani di maggior successo.

Le prevendite andarono bene… anzi… benissimo. In Gran Bretagna fecero immediatamente il tutto esaurito due date alla Docklands Arena da 12mila posti e per una terza serata aggiunta in seguito i biglietti furono venduti in otto minuti. A fine estate le date in più per ammirare Bowie dal vivo furono due, una allo stadio Maine Road di Manchester e l’altra al Milton Keynes Bowl, luogo da 65mila posti.

Nicholas Pegg nel suo Bowie. Le canzoni, gli album, i concerti, i video, i film, la vita: l’enciclopedia definitiva, p. 496, Arcana 2012, spiega così la scenografia del Sound + Vision Tour: “Dopo il fallimento di Glass Spider (tour del 1987, ndr), gli occhi di tutti erano puntati sull’allestimento di Sound + Vision, e fu proprio qui che il tour iniziò a lavorare a pieno ritmo. Alla conferenza stampa di gennaio Bowie disse ai giornalisti che il concerto sarebbe stato ‘non certo paragonabile per dimensioni a Glass Spider, ma credo che tutto sommato, dal punto di vista qualitativo, sarà teatrale’. A MTV spiegò: ‘Voglio dire che il palco sia il più minimalista possibile. Avrei voluto dare la sensazione di un palcoscenico da opera o balletto, con uno spazio lungo e buio da illuminare in modo teatrale’. Su quello sfondo, al designer e coreografo canadese Edouard Lock […] fu affidato il compito di realizzare un concetto interattivo nuovo e spettacolare. Nel centro della scenografia c’era un gigantesco schermo di garza che si sarebbe sollevato e abbassato in momenti diversi per la proiezione di immagini video e live preregistrate, mentre la luce faceva passare ciò che risultava attraverso diversi livelli di trasparenza. ‘Useremo un vero schermo da opera lirica’, spiegò Bowie. ‘È il video più grande mai utilizzato: immagini di dodici metri per quindici proiettate da un sistema modernissimo costruito apposta’.

Il concetto si basava sull’interesse crescente che Bowie nutriva per la distanza esistente tra la percezione del divismo e la realtà, e così concepì l’idea di interagire sul palco con immagini proiettate di se stesso” […].

(Per approfondire l’argomento cfr. Nicholas Pegg, Bowie. Le canzoni, gli album, i concerti, i video, i film, la vita: l’enciclopedia definitiva, pp. 495-498).

In ogni caso, che sia stata più importante la musica o la scenografia, i concerti del Sound + Vision Tour iniziavano tutti così: http://www.youtube.com/watch?v=SvDvtgVG-xo

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sound + Vision: tour celebrativo per David Bowie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...