Gennaio 1982: i Cure al lavoro su “Pornography”

"Pornoghraphy" (Fiction, 1982)

Cure – “Pornoghraphy” (Fiction, 1982)

Il 22 gennaio 1982 Robert Smith viene intervistato dal New Musical Express in merito alla lavorazione del quarto album dei Cure, il seguito di Faith (Fiction, 1981).

Preceduto dal singolo Hanging Garden/One Hundred Years, ad aprile viene pubblicato Pornography, un disco cupo, opprimente, in cui aleggia lo spettro della morte. È lo stesso Smith a raccontarlo dettagliatamente: “Pornography è la combinazione di due anni confronto e osservazione della gente che accetta le situazioni senza mai reagire, restandosene apatica – gente che io detesto sempre di più… Io credevo di poter umanista, ma davanti a questa gente ‘morta’ è davvero impossibile… Pornography chiude un ciclo dei Cure e ne apre un altro, perché pensarlo e realizzarlo mi è costato troppo…”

Pornography è il primo disco dei Cure ad entrare nella Top 10 inglese, grazie proprio all’efficace singolo Hanging Garden, scandito da un ritmo tribale e dal basso pulsante di Simon Gallup.

Nel corso dell’estate i Cure sono in tour per promuovere l’LP ma Robert Smith entra in una profonda crisi personale, sempre più stanco e distrutto dagli eccessi della band: “Stavamo letteralmente crollando… Più che un tour dei Cure sembrava una squadra di rugby rintronata”.

Alla fine della tournée Simon Gallup – dopo una furiosa lite con Smith – viene estromesso dal gruppo. Ed è qui che finisce cronologicamente e idealmente la prima parte di carriera… nonché l’ultimo tassello di una trilogia iniziata in maniera “gothic” con Seventeen Seconds.

I Cure nel 1982

I Cure nel 1982

Pornography è pervaso infatti da un senso di malessere e depressione, trasmesso sapientemente da tessiture sonore incessanti e ossessive, con l’incedere monotematico della batteria elettronica; la voce di Smith è spettrale e distante, le chitarre lontane e riverberate.

Un disco che si discosta dalle atmosfere estatiche di Seventeen Seconds e dalla malinconia senza fine di Faith: esso è l’ammissione tragica dell’amore inteso come fonte primaria di dolore. Faith è un disco triste. Pornography è invece un labirinto morboso di cieca e autentica disperazione.

Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...