Bob Dylan: una lunga attesa, un “cambio temporaneo” e un grande ritorno

Bob Dylan and The Band (1974)

Bob Dylan and The Band (1974)

Il menestrello di Duluth a fine 1973 passa dalla Columbia alla Asylum di David Geffen. È un evento storico (seppur temporaneo). Per l’occasione inoltre il cantautore richiama la Band per registrare nuovi pezzi e soprattutto per tornare in tour come non avveniva dal 1966. Il 29 luglio di quell’anno, infatti, era stato vittima di un grave incidente in moto a Woodstock, nei pressi della sua casa di campagna, e da quel momento in poi aveva continuato soltanto a comporre brani e a pubblicare nuovi album. Per lungo tempo non si era quindi più esibito dal vivo in un tour, salvo tenere alcuni live ad esempio al Festival dell’Isola di Wight nel 1969 o al Concerto per il Bangladesh nel 1971.

Per questo motivo oggi, 3 gennaio 1974, Bob Dylan tiene il primo di 39 concerti di un tour americano ricco di soddisfazioni. È il Chicago Stadium di Chicago, Illinois, il luogo del grande ritorno dal vivo. C’è di nuovo la Band al suo fianco e diversi brani sono tratti da Planet Waves, album uscito in quel periodo, che raggiunge il gradino più alto delle classifiche americane. Qualche tempo dopo sarà pubblicato anche Before The Flood, doppio disco live registrato nel corso del medesimo tour americano, che sancisce anche la fine del periodo con la Asylum (sia Planet Waves, sia Before The Flood saranno poi acquisiti dalla Columbia nel 1982. Quest’ultima, inoltre, durante la “parentesi Asylum” aveva pubblicato Dylan nel 1973 con alcune outtakes da Self Portrait).

Il tour è un successo e si conclude il 14 febbraio dello stesso anno al Forum di Inglewood, California. Sono lontani i tempi della “svolta elettrica” con la Band in cui Dylan veniva fischiato. Stavolta infatti si calcolano oltre 5 milioni di richieste di biglietti per circa 660.000 tagliandi effettivamente venduti.

Il ritorno era più che atteso… e a quanto pare non ha deluso nemmeno le aspettative…

Bob Dylan and The Band – 15/01/1974 Landover, Maryland, Capital Centre (AUDIO)

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...