Ike Turner, autore del primo pezzo rock’n’roll (e marito violento)

Ike Turner

Ike Turner

Il 19enne Ike Turner ha composto un nuovo pezzo e lo ha messo a punto al Riverside Hotel di Clarksdale, nel Mississippi. Il produttore Sam Phillips, futuro proprietario della Sun Records, è alla ricerca di un nuovo brano in grado di tradurre musicalmente la fusione tra cultura bianca e cultura nera che caratterizza la nuova America.

È il 5 marzo 1951. Proprio oggi, nei mitici studi di Memphis, Tennessee, viene registrato Rocket 88, il primo pezzo rock’n’roll della storia.

Ike, però, non è ancora maggiorenne e il brano viene accreditato al suo sassofonista – nonché voce solista – Jackie Brenston, e ai “suoi” Delta Cats, band che non esiste.

Il 45 giri di Rocket 88

Il 45 giri di Rocket 88

Rocket 88 viene pubblicata su etichetta Chess e diventa subito un grande successo. Il titolo della prima rock’n’roll song si riferisce a un tipo di Oldsmobile prodotto dalla General Motors e il testo parla della voglia di possedere e di guidare un esemplare di quella macchina… che puntualmente viene donato a Brenston (e non a Turner) proprio dalla General Motors in virtù di questa pubblicità gratuita e inaspettata.

Ike Turner successivamente dimostrerà di essere un musicista di razza, un band leader, un produttore e un formidabile talent scout. È infatti lui a scoprire Tina Turner, a sposarla e a formare insieme a lei una delle coppie più importanti della storia del rock.

Oltre a possedere queste grandi doti artistiche, Ike purtroppo però si rivela anche un marito assai violento e in più fa abuso di alcol, psicofarmaci e droghe.

Tina e Ike Turner

Tina e Ike Turner

La storia tra Ike e Tina è a dir poco travagliata e nel 1976 la donna se ne va, per poi ottenere successivamente il divorzio. Nel 1991 i due si sarebbero dovuti reincontrare sul palco alla cerimonia d’ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame. E nella stessa occasione, tra l’altro, Rocket 88 viene riconosciuta come “la prima canzone rock’n’roll mai incisa”. Ma lui purtroppo non c’è. Non può essere presente perché sta scontando una pena per detenzione e spaccio di stupefacenti.

Poi, una volta uscito di prigione, tornerà anche con la sua musica, ma purtroppo a un certo punto ci lascerà. Ike Turner muore infatti il 12 dicembre 2007 a 76 anni nella sua casa di San Marcos, California, per un’enfisema polmonare con conseguente ipertensione vascolare.

Ah… un’ultima curiosità: tornando a Rocket 88, mentre Ike Turner si stava recando presso gli studi di registrazione, il suo amplificatore si ruppe e la riparazione non fu perfetta. Ecco perché quando ascoltiamo Rocket 88, non ascoltiamo solo il primo pezzo rock’n’roll della storia, ma anche la prima chitarra elettrica distorta (seppur non voluta)… ed ecco perché Ike Turner con questo brano è entrato ulteriormente nella storia…

Jackie Brenston – Rocket 88

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...