Sex Pistols: il punk è ospite in un programma TV per famiglie… e succede di tutto

Sex Pistols ospiti con amici e groupie del programma "Today" di Bill Grundy

Sex Pistols ospiti con amici e groupie del programma “Today” di Bill Grundy

Londra, 1° dicembre 1976. I Queen devono essere ospiti di Today, programma di Bill Grundy che va in onda il pomeriggio sulla Thames Television. Freddie Mercury e soci sono reduci dal grande successo del concerto di Hyde Park di due mesi fa. I presenti sono stati 150mila.

C’è però un imprevisto. Sembra infatti che il frontman del gruppo abbia bisogno di un dentista per un problema a un molare… e i Queen non possono andare in onda.

In sostituzione viene chiamata una band di quattro ragazzi sotto contratto con la Emi (per il momento), proprio come Freddie Mercury e soci, e che ha pubblicato Anarchy In The U.K. Il singolo ha venduto 50mila copie solo in Inghilterra. I quattro ragazzi ovviamente sono i Sex Pistols.

Sex Pistols

Sex Pistols

Mai scelta fu più sciagurata. Immaginate un normalissimo salotto televisivo in cui i protagonisti si dovrebbero intrattenere idealmente con le famiglie che seguono da casa. E immaginate invece che qui ci sono Johnny Rotten (voce), Steve Jones (chitarra elettrica), Glen Matlock (basso) e Paul Cook (batteria) in compagnia di alcune groupie e di un paio di amici.

Anche Bill Grundy ci mette del suo e presenta la band in questo modo: “Sono ubriachi come me… ecco a voi i Sex Pistols!”. E poi in meno due minuti e mezzo succede di tutto: Johnny Rotten ripete la parola “shit” (merda) per ben due volte, Steve Jones si rivolge al conduttore dandogli dello “sporco vecchio bastardo” e Bill Grundy infine chiede un appuntamento a una delle groupie e si sente rispondere “Mai e poi mai, brutto sporcaccione!”.

Daily Mirror, "The Filth And The Fury" (La volgarità e la rabbia) in riferimento all'apparizione in TV dei Sex Pistols

Daily Mirror, “The Filth And The Fury” (La volgarità e la rabbia) in riferimento all’ospitata in TV dei Sex Pistols

C’è un altro particolare non meno rilevante: il programma va in onda in diretta senza tagli e censure e, nonostante sia stato trasmesso solo a Londra, farà discutere tutta la stampa nazionale. The Filth And Fury (La volgarità e la rabbia) si legge sul Daily Mirror, mentre Punk? Call It Filthy Lucre (Punk? Chiamatelo sporco affare) è il titolo del Daily Express.

Grundy viene sospeso dalla Thames Television per poi essere reintegrato, ma quell’episodio lo segnerà per il resto della sua carriera. I Sex Pistols diventano invece protagonisti di un altro momento che diviene inaspettatamente significativo per una vita artistica breve, insolita, affascinante e soprattutto punk (cfr. a proposito di tale episodio Ezio Guaitamacchi, Rock Files. 500 storie che hanno fatto storia, Arcana 2012).

1° dicembre 1976: intervista di Bill Grundy ai Sex Pistols (VIDEO)

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...