“All Things Must Pass”. George Harrison torna al rock

"All Thing Must Pass" (Apple, 1970, 3LP)

“All Things Must Pass” (Apple, 1970, 3LP)

Dopo Wonderwall Music (Apple, 1968) e Electronic Sounds (Apple/Zapple, 1969), infarciti di musica indiana e velleità sperimentali non del tutto riuscite, l’ex Beatles torna al rock.

Lo fa con un album triplo che rappresenta al meglio la sua creatività e mette in risalto le sue doti creative “frenate” dal duopolio Lennon-McCartney.

All Things Must Pass esce il 27 novembre del 1970. È indiscutibilmente il miglior lavoro della carriera solista di George Harrison, raggiunge il primo posto delle classifiche inglesi e americane, ed è colmo di grandi, grandissime canzoni, che risalgono in gran parte agli ultimi due-tre anni di militanza nei Fab Four. Un periodo magicamente prolifico e ispirato.

Prodotto dall’amico Phil Spector con il consueto Wall of Sound, l’album vede la partecipazione di una folta schiera di collaboratori e musicisti come Eric Clapton, Ginger Baker, Gary Brooker, Derek & The Dominos, Ringo Starr, Dave Mason.

All Things Must Pass è l’album di My Sweet Lord (45 giri primo in classifica), What Is Life, Beware Of Darkness, Isn’t It a Pity: composizioni talmente ispirate che non avrebbero sfigurato nei capolavori beatlesiani, in quanto mature e intrise di una poetica mistica e personale.

Nel terzo LP originale (Apple Jam) sono presenti inoltre anche quattro interessanti improvvisazioni e un omaggio a John Lennon (It’s Johnny Birthday, sulle note di Congratulations di Cliff Richard).

In occasione del trentennale è uscito un cofanetto (Parlophone, 2001) che aggiunge quattro outtakes. All Things Must Pass è anche tra i 500 migliori dischi della classifica stilata dalla rivista Rolling Stone.

ALL THING MUST PASS/THE MAKING OF

Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...