Who, primo live americano di Quadrophenia: Keith Moon sviene sul palco

Keith Moon

Keith Moon

Il 20 novembre 1973 gli Who sono al Cow Palace di San Francisco per il primo concerto del tour americano di Quadrophenia.

Aprono i Lynyrd Skynyrd e poi tocca proprio alla band inglese. Il live va avanti regolarmente e il pubblico è in delirio, ma purtroppo non tutto va per il verso giusto. Durante Won’t Get Fooled Again Keith Moon si accascia sulla sua batteria. Il concerto viene sospeso e il musicista viene portato in camerino. Poi fortunatamente si riprende.

Who

The Who

Una volta tornati tutti sul palco, il batterista sviene di nuovo verso la fine di Magic Bus e a questo punto sembra non ci sia più nulla da fare. Pete Townshend, però, ha un’idea e dice al microfono: «C’è qualcuno in sala che vuole prendere il posto di Keith?».

Alla chiamata del chitarrista risponde il giovane Scott Halpin di Muscatine, Iowa. Si era presentato lì dodici ore prima del concerto per avere un posto privilegiato da “semplice” fan e ora sale addirittura sul palco. Gli ultimi tre pezzi, Smokestack Lighting, Spoonful e Naked Eye, vengono eseguiti infatti grazie a Scott Halpin alla batteria, il quale alla fine dichiara: «Dopo tre brani ero morto. Come fanno a resistere per un concerto intero?».

Keith Moon nel frattempo si è già ripreso, ma è stato tenuto a riposo a scopo precauzionale. Pare abbia assunto un’eccessiva dose di tranquillanti insieme a molto whisky…

Pete Townshend

Pete Townshend

Pete Townshend nella sua autobiografia Who I Am (Rizzoli, 2013) ricostruisce così l’episodio:«Nel mese di novembre, al Cow Palace di San Francisco, (Keith Moon) svenne sul palco dopo aver assunto tre compresse di tranquillanti per elefanti. Quando si riprese un po’ dovetti trascinarlo alla batteria, dove poco dopo crollò nuovamente. Sulle prime pensai che stesse facendo il gigione. Quando era cosciente faceva spesso scherzi simili e iniziai a trattare la cosa come una gag divertente. Ho perso la testa solo quando mi fu chiaro che aveva assunto una sostanza molto potente e, forse, fatale.

Fu il primo show di tutta la nostra carriera in cui fummo costretti a smettere di suonare perché uno di noi era definitivamente andato KO. Il tour americano per promuovere Quadrophenia continuò anche dopo il crollo di Keith al Cow Palace, sia Roger sia io sentimmo il bisogno di spiegare la storia prima di ogni spettacolo, talvolta anche tra le canzoni mentre eravamo in scena. L’accoglienza da parte dei recensori non fu unanime, benché prevalentemente positiva. Sebbene Robert Hilburn a Los Angeles, che di solito era sempre stato buono con noi, fu turbato dall’impressione che il “momento migliore del gruppo, e quindi la sua importanza, sia nella fase discendente”».

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Who, primo live americano di Quadrophenia: Keith Moon sviene sul palco

  1. stephymafy ha detto:

    Fantastico…soprattutto l’apertura dei Lynyrd!!!!!! Il mio gruppo preferito insieme ai CCR, gli stessi Who…e TANTISSIMI ALTRI. :)

  2. Phoebe ha detto:

    Gli Who sono un gruppo spettacolare, e Keith é sicuramente una delle personalità piú importanti della storia della musica…magari sará fissazione, la mia, ma non riesco a trovare in nessun altro gruppo la furia animalesca e liberatoria di questa band. Amo gli Who e Moon é il mio preferito, con la sua follia, la sua imprevedibilità…la sua fragilità. In barba a tutti quelli che cercano di sfatare questo mio mito adducendo sempre come scusa che non si puó idolatrare uno che entra nelle piscine con le Rolls Royce e fa esplodere servizi igienici con la dinamite!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...