Supertramp, “Breakfast In America”

La copertina del million seller dei Supertramp

La copertina del million seller dei Supertramp

Il sarcasmo britannico reinventa la Statua della Libertà e i Supertramp travolgono gli Stati Uniti con Goodbye Stranger.

Breakfast In America dei Supertramp non è solo il disco di The Logical Song,Goodbye Stranger e Take The Long Way Home. È anche l’album che ha battutoRemain In Light dei Talking Heads e In Through The Out Door dei Led Zeppelin nella corsa al Grammy del 1980 per la miglior package. Per confezionarlo, il gruppo si affida ai designer Mike Doud e Mick Haggerty, che tentano di rappresentare gli umori della band inglese dopo il trasferimento negli Stati Uniti. Nel farlo, s’ispirano alla Statua della Libertà.

Il monumento che dà idealmente il benvenuto a chi arriva negli States è sostituito in maniera dissacrante dalla formosa cameriera Libby, che con una mano tiene un menù dove campeggia la scritta «Breakfast In America», mentre con l’altra innalza un piatto su cui regge un succo di frutta…

CONTINUA SU JAM ONLINE

Questa voce è stata pubblicata in Copertine e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...