Beale Street, “the home of blues”

Beale Street

Beale Street

29 ottobre 1966: Beale Street diventa “the home of blues” e luogo di interesse nazionale.

Siamo a Memphis, Tennessee. In questa via negli anni Trenta cominciano a transitare le jug bands, gruppi di strada che suonavano un genere di musica tra il country blues e il primo jazz, dixieland compreso (il jug è una grossa bottiglia in cui si soffiava per ottenere le note basse).

La strada era divenuta famosa per la musica e per l’intrattenimento in tutte le sue forme (teatri, bordelli, taverne malfamate, case da gioco…). Qui si potevano udire soprattutto il primo jazz, il ragtime e lo stile barrelhouse. W. C. Handy con Beale Street Blues e Cab Calloway con Beale Street Mama hanno scritto due dei tanti brani dedicati alla via, come è evidente in questo caso sin dal titolo. Tra i posti in cui il blues di Beale Street oggi è più vivo che mai, va segnalato senz’altro il B. B. King’s Blues Club, locale di proprietà di B. B. King, che ospita sempre blues suonato ad alti livelli, spesso da musicisti emergenti.

Non lontano da Beale Street, inoltre, Sam Phillips apre nel 1950 un piccolo studio di registrazione che cambierà il corso della storia musicale moderna. Dopo aver lavorato per Modern e Chess, il fonico e talent scout fonda infatti nel 1952 la mitica Sun Records, quella in cui qualche anno dopo scoprirà “un certo” Elvis Presley…

Se solo certe strade e certi luoghi potessero parlare…

(Fonte: Fabrizio Poggi, Angeli perduti del Mississippi. Storie e leggende del blues, Meridiano zero 2010)

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...