La “resurrezione” di David Bowie con Pin Ups

david bowie pin ups

David Bowie – Pin Ups (RCA, 1973)

Finita l’avventura di Ziggy Stardust, finita anche la carriera di David Bowie. O almeno così sembra. Sono trascorsi infatti pochi mesi da quel concerto del 3 luglio 1973 all’Hammersmith Odeon di Londra con il ritiro dalle scene da lui stesso annunciato. Pare quindi che nel frattempo non ci siano stati ripensamenti. È anche vero, però, che spesso nulla è come sembra.

Oggi infatti, 19 ottobre 1973, esce Pin Ups (RCA). Degli Spiders From Mars ci sono ancora Mick Ronson (chitarra) e Trevor Bolder (basso), mentre alla batteria Aynsley Dunbar prende il posto di Woody Woodmansey. Tra gli “acquisti” più recenti vengono confermati Mike Garson (piano), Ken Fordham (sax) e Geoffrey McCormack (voce). In copertina insieme a Bowie c’è Twiggy, modella della Swingin’ London, citata precedentemente in Drive In Saturday come “Twig the Wonder Kid”.

Pin Ups è un album di cover che si colloca nel periodo di transizione tra la “morte” di Ziggy Stardust e la cosiddetta “trilogia berlinese”. Il glam rock è ancora presente nelle suggestioni bowiane: qui però è meno affascinante che in Hunky Dory (RCA 1971) o in The Rise And Fall Of Ziggy Stardust And The Spiders From Mars (RCA 1972), ma è anche più elegante e meno grezzo rispetto a come si era manifestato in Aladdin Sane (RCA 1973).

Dai Them di Van Morrison (Here Comes The Night) ai Pink Floyd di Syd Barrett (See Emily Play), si passa tra gli altri attraverso gli Who (I Can’t Explain, Anyway, Anyhow, Anywhere) e gli Yardbirds (I Wish You WouldShapes Of Things) e si chiude con i Kinks (Where Have All The Good Times Gone). In questo modo l’ex Ziggy Stardust rende omaggio ad alcuni dei gruppi che aveva amato maggiormente prima di affermarsi lui stesso come artista. Secondo i dati riportati da Nicholas Pegg in Bowie. Le canzoni, gli album, i concerti, i video, i film, la vita: l’enciclopedia definitiva (Arcana 2012) «Pin Ups è uno dei dischi di Bowie che ha venduto di più, eguagliando il primato di Aladdin Sane di cinque settimane al primo posto in Gran Bretagna. Gli assicurò lo status di artista con le migliori vendite del 1973, con un nuovo primato di 182 settimane in classifica. Con Hunky Dory, Ziggy Stardust e le ristampe degli album Mercury che facevano tutti buoni affari, alla fine dell’anno la RCA consegnò a David una targa per commemorare l’impresa di aver mantenuto cinque album contemporaneamente in classifica per un periodo di 19 settimane. Alla fine del 1973 il totale delle vendite nel Regno Unito fu di 1.056.400 album e 1.024.068 singoli».

Al di là del successo di vendite, David Bowie con Pin Ups vuole ribadire che non interpreta più Ziggy Stardust, ma che prima o poi si reincarnerà in qualcos’altro… e poi in qualcos’altro ancora… e ancora… e ancora…

Ci riascoltiamo Sorrow, brano inciso prima dai McCoys nel 1965 e reso più famoso dai Merseys l’anno successivo. Il video è tratto da The 1980 Floor Show della NBC, concerto-spettacolo registrato da David Bowie (ma non solo) per promuovere il suo nuovo disco. Riconoscerete senz’altro Amanda Lear…

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbero interessarti anche:

Michael Pergolani: “40 anni fa Bowie annunciava il suo ritiro. Io c’ero…”

David Bowie vs Rolling Stones. Il “censurabile” reinterpreta un brano dei “censurati”

L’11 luglio 1969 esce Space Oddity, primo successo di David Bowie

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La “resurrezione” di David Bowie con Pin Ups

  1. Pingback: “Hunky Dory”: il primo grande capolavoro di David Bowie | Rock Oddity

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...