Jim, non dire assolutamente quella parola…

17 settembre 1967: i Doors all'Ed Sullivan Show

17 settembre 1967: i Doors all’Ed Sullivan Show

Siamo a Los Angeles negli studi della CBS perché stasera, 17 settembre 1967, si esibiranno i Doors all’Ed Sullivan Show, il programma più visto d’America. Tanti sono stati gli artisti ospiti di tale show televisivo e tra questi anche Elvis, Beatles e Rolling Stones.

Jim Morrison e soci devono eseguire in onda People Are Strange e Light My Fire, ma per farlo devono rispettare alcune condizioni. In primis, a 15 minuti dalla diretta, lo stesso presentatore Ed Sullivan chiede al gruppo di apparire più sorridente dinanzi alle telecamere. Poi, subito dopo, si avvicina uno dei produttori del programma per dire alla band di modificare il verso di Light my fire “Girl, we couldn’t get much higher” (letteralmente “Ragazza, non potremmo andare più in alto”) e in particolare di sostituire la parola “higher” con “better”. In inglese “high” potrebbe alludere anche all’uso di droghe e quindi la parola “higher” non sarebbe appropriata in un programma per famiglie in onda sulla tv nazionale. In pratica sarebbe “meglio” in tutti i sensi dire “better” al posto di “higher”.

I Doors accettano, nonostante le “iniziali perplessità” di Jim Morrison, manifestate peraltro in maniera “ancor più evidente” dinanzi agli altri componenti del gruppo, dopo che il produttore dello show va via.

Conclusione: i Doors non parteciperanno mai più all’Ed Sullivan Show. Il perché si può intuire facilmente guardando quella loro storica esibizione e soprattutto ascoltando le parole di Jim Morrison…

The Doors – Light My Fire @ Ed Sullivan Show (VIDEO)

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbero interessarti anche:

La prima volta di Elvis all’Ed Sullivan Show

Per la prima volta “le porte della percezione” si chiudono (in studio)…

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Jim, non dire assolutamente quella parola…

  1. Pingback: Round round get around I get around yeah | Rock Oddity

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...