Un Apache domina la classifica inglese

The Shadows: Hank Marvin, Bruce Welch, Tony Meehan e Jet Harris (Foto: Dezo Hoffmann/Rex Features)

The Shadows: Hank Marvin, Bruce Welch, Tony Meehan e Jet Harris (Foto: Dezo Hoffmann/Rex Features)

1960. Prima dei Beatles… o comunque prima che i Fab Four comincino ad incidere e ad avere il successo mondiale riconosciuto ancora oggi.

Dal 20 agosto al 23 settembre dello stesso anno si stabilizza al primo posto della classifica del Regno Unito il quartetto nato come gruppo d’accompagnamento di Cliff Richard: gli Shadows. Oggi dunque, 13 settembre, siamo nel bel mezzo della loro penultima settimana in vetta alla chart con Apache. Il brano è strumentale e la medesima formula sarà adottata dalla band negli anni successivi e a maggior ragione adesso, dopo il distacco da Cliff Richard (salvo qualche collaborazione sporadica) e dopo aver raggiunto la posizione più alta della classifica.

La Fender Stratocaster con effetto eco di Hank Marvin disegna una trama sperimentale e si sposa perfettamente con il basso melodico suonato da Jet Harris. Completano la formazione Bruce Welch alla chitarra ritmica e Tony Meehan alla batteria.

Dopo alcuni cambi all’interno del gruppo, gli Shadows continuano ad esibirsi con o senza Cliff Richard, partecipano anche a diversi suoi film e riescono ad entrare regolarmente nelle classifiche inglesi… anche dopo l’arrivo dei Beatles.

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un Apache domina la classifica inglese

  1. Grande band, assieme ai Ventures erano i massimi esponenti del rock strumentale, folli e spesierati, mi ricordo che Apache è stato scritto per loro da Jerry Lordan (un amico), mentre il loro successo precedente, la geniale Kon Tiki, fu scritta addirittura dal grande Michael Carr! Hank Marvin per riuscire a imitare il mito del momento Duane Eddy, creò un suo suono originale lavorando sugli acuti, con il riverbero e con l’eco ribattuto. Erano davvero avanti gli Shadows.

  2. ombreflessuose ha detto:

    Fantastico pezzo
    Happy weekend
    Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...