Il 21 luglio 1990 Roger Waters ricostruisce Il Muro (Rock) di Berlino

The Wall - Live In Berlin

The Wall – Live in Berlin

9 novembre 1989: caduta del Muro di Berlino. 21 luglio 1990: a Potsdamer Platz, dinanzi a 250mila persone, viene eretto The Wall, il Muro Rock portato in scena dall’ex Pink Floyd Roger Waters e da tanti ospiti internazionali.

Prima un doppio album, poi un film con la regia di Alan Parker e poi uno spettacolo rappresentato solo 29 volte tra il 1980 e il 1981. È The Wall e siamo ancora in “epoca Pink Floyd”.

Il 9 novembre 1989 cade il Muro di Berlino e il 21 luglio dell’anno successivo Roger Waters, ex bassista degli stessi Floyd, decide di ricostruirne un altro di “proporzioni rock”, portando The Wall nella capitale della Germania unita. L’enorme muro in polistirolo eretto nel corso del concerto è alto 25 metri e lungo 165 e, prima di ciò, sono stati tanti i lavori per bonificare e ripulire Potsdamer Platz, luogo altamente simbolico, che ospiterà circa 250mila spettatori.

La serata ha anche uno scopo benefico: aiutare il Memorial Fund For Disaster Relief, organizzazione che si prefigge l’obiettivo di raccogliere 5 sterline per ogni vita stroncata nella Seconda Guerra Mondiale per creare un fondo da utilizzare in caso di catastrofi naturali.

Oltre a Roger Waters e alla sua Bleeding Hearts Band ci sono tanti ospiti internazionali: Scorpions, Ute Lemper, Cyndi Lauper, Thomas Dolby, Sinéad O’Connor, The Band, Bryan Adams, Van Morrison e Marianne Faithfull. E poi ci sono orchestra, coro militare dell’Armata Rossa, autoarticolati, mezzi militari, motociclette, limousine, un elicottero… Lo show insomma è curato anche dal punto di vista produttivo e scenografico e successivamente diventerà un film in videocassetta e un doppio album. All’associazione arriveranno circa 100mila sterline.

Oggi l’ex bassista dei Pink Floyd sta portando The Wall negli stadi di tutto il mondo e tra pochi giorni sarà anche in Italia. Il 26 luglio, infatti, Il Muro verrà eretto allo Stadio Euganeo di Padova e il 28 allo Stadio Olimpico di Roma.

A Potsdamer Platz il Muro di Berlino ha diviso per anni il mondo, The Wall di Roger Waters, invece, lo ha unito con la forza di un’opera rock vissuta e allo stesso tempo sempre attuale…

 Ci andiamo a riascoltare Mother da The Wall – Live in Berlin. Qui Roger Waters è sul palco con The Band (famoso gruppo della “svolta elettrica” di Bob Dylan) e con Sinéad O’Connor:

 

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il 21 luglio 1990 Roger Waters ricostruisce Il Muro (Rock) di Berlino

  1. Pingback: Roger Waters compie 70 anni | Rock Oddity

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...