La prima “Music Popularity Chart” di Billboard

Un giovane Frank Sinatra

Un giovane Frank Sinatra al top della classifica Billboard

Esattamente 73 anni fa la rivista settimanale americana Billboard pubblicava la sua prima Music Popularity Chart, la classifica delle canzoni più ascoltate.

Fondata il 1° novembre 1984 a Cincinnati, Ohio, da William H. Donaldson e James Hennegan, detta legge nel music business da ormai più di mezzo secolo: chi finisce al numero 1 della Billboard Hot 100 – la classifica più importante – è sostanzialmente sul tetto del mondo. Alla fine del secolo scorso Billboard è un semplice giornale tradizionale che tratta di industria; la svolta arriva all’inizio degli anni ’30 con la rivoluzione del jukebox. La prima sorta di hit parade è datata 4 gennaio 1936 ma è proprio il 20 luglio 1940 che esce la prima Music Popolarity Chart, calcolata con precisione in un’era in cui non c’era la minima ombra di internet, Spotify, iPod…

Al top quel giorno c’è I’ll Never Smile Again, brano scritto da Ruth Lowe e portato al successo da Tommy Dorsey e la sua orchestra: alla voce solista troviamo un giovane Frank Sinatra e il gruppo vocale The Pied Pipers.

Ora le classifiche della rivista sono più di 90, nelle più disparate tipologie. Un’altra chart molto prestigiosa è quella che riguarda gli album più venduti negli Stati Uniti, la Billboard 200.

Adesso non ci resta che fare un tuffo nel passato andando a risentirci I’ll Never Smile Again, facendo finta  di non aver visto la chart di oggi, 20 luglio 2013…

Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...