Il 19 luglio 1965 i Beatles gridano: Help!

Beatles nel 1964 e di fianco il 45 giri di Help! (Parlophone, 1965)

I Beatles nel 1964                                      45 giri di Help! (Parlophone, 1965)

In piena Beatlemania arriva un’inaspettata richiesta d’aiuto da parte di John Lennon e soci.

L’anno prima sono atterrati negli Stati Uniti. Lì il 9 febbraio 1964 sono stati ospiti dell’Ed Sullivan Show e due giorni dopo hanno tenuto il loro primo concerto americano al Washington Coliseum di Washington D.C. La Beatlemania ormai è ai suoi massimi livelli. Ed è irrefrenabile.

I Beatles sono padroni del mondo grazie alla loro musica. Il 12 giugno sono stati nominati baronetti dalla Regina Elisabetta II, anche se l’onorificenza sarà loro consegnata il 26 ottobre. Nel frattempo pare che tutto questo successo stia stressando notevolmente i Fab Four. I Beatles vengono idolatrati sempre e ovunque a prescindere da come e da cosa suonino. A un loro concerto non importa se uno qualsiasi dei quattro commetta errori, poiché è impossibile sentirli con gli attuali sistemi di amplificazione in spazi grandi come gli stadi. Né i Beatles stessi riescono ad ascoltarsi mentre si esibiscono dal vivo, perché non ci sono ancora i monitor sul palco.

Help! è un pezzo che in qualche modo aiuta i quattro a comunicare un messaggio di notevole impatto. È John Lennon l’autore principale del brano e nel suo testo si legge un’insicurezza poco chiara per l’immagine che i Beatles davano (o dovevano dare) al loro pubblico in quel periodo. Suona davvero strana la richiesta di aiuto, eppure quel successo indubbiamente era difficile da gestire soprattutto per i tempi ridottissimi che i quattro avevano tra un impegno e l’altro, che fosse un concerto, la registrazione di nuovi pezzi ecc.

Il 6 agosto del medesimo anno uscirà l’album prodotto da George Martin e il 29 dello stesso mese sarà proiettato in prima mondiale al Pavillion di Londra il film diretto da Richard Lester. In nessuno dei due casi non vi è alcun dubbio riguardo al titolo. Entrambi si intitoleranno Help!, come quella strana richiesta di aiuto da parte del gruppo e come uno tra i tanti pezzi famosi di una band più che leggendaria.

Ci andiamo ad ascoltare Help! dal live allo Shea Stadium di New York del 15 agosto 1965. Erano presenti 56mila spettatori… il più vasto pubblico della carriera live dei Beatles

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il 19 luglio 1965 i Beatles gridano: Help!

  1. Pingback: I Fab Four e i loro fan speciali | Rock Oddity

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...