6 luglio 1971, New York. Muore il grande Louis Armstrong. Nel ’68 aveva partecipato a Sanremo

Louis Armstrong con la sua fedele tromba

Louis Armstrong e la sua fedele tromba

6 luglio 1971, Corona, New York City. Louis Daniel Armstrong (detto “Satchmo”, per la grandezza della sua bocca) muore per un attacco cardiaco all’età di 69 anni. La sera stessa, si era esibito a Corona (Queens) in uno spettacolo memorabile. È forse il volto più conosciuto del Jazz del ‘900 insieme a Miles Davis ed è noto sia come trombettista innovativo che come cantante straordinario, oltre che come attore carismatico e uomo di spettacolo. Nato da una famiglia molto povera di New Orleans, il suo talento comincia a emergere quando si trasferisce nei primi anni ’20 a Chicago – insieme a tanti altri concittadini in quel periodo, musicisti e non – e poi a New York. Il critico jazz più famoso italiano, Arrigo Polillo, scrive di lui:

“…Fatto sta che, col passare del tempo, i suoi concerti si trasformarono sempre più in divertenti spettacoli di varietà: gli appassionati di jazz – che ricordavano con nostalgia i grandi dischi degli anni Venti – andavano su tutte le furie quando vedevano la corpulenta Velma Middleton esibirsi in una rovinosa ‘spaccata’ che faceva tremare le assi del palcoscenico, o quando Trummy Young si metteva ad azionare la coulisse del suo trombone con un piede.
Il canto del cigno di Louis fu un long playing dedicato alle musiche di W.C. Handy, inciso nel 1954. La reazione di molti fu pressappoco questa: ‘Ma allora, quando vuole, quel furfante sa ancora suonare!’. Però, negli anni successivi, non volle, o non poté più. Fu invece, sempre più, un personaggio del mondo dello spettacolo, un animale da palcoscenico, un irresistibile attore e un inimitabile cantante…”

Nel 1968 Louis Armstrong partecipa a Sanremo (insieme a Lara Saint Paul) con il brano “Mi va di cantare” (autori: Bonassi, Bertero, Valleroni). Alla fine del pezzo, l’artista parte con lo standard “When The Saints Go Marching In” e, seguendo gli stilemi del jazz, comincia a improvvisare…

Il presentatore di quell’edizione, Pippo Baudo, lo interrompe. Lo stupore di “Satchmo”, che in realtà non aveva ben capito cosa diavolo fosse questo Sanremo, è enorme…

Ecco un raro filmato di quell’edizione di Sanremo e la testimonianza di Pippo Baudo:

Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 6 luglio 1971, New York. Muore il grande Louis Armstrong. Nel ’68 aveva partecipato a Sanremo

  1. Q. ha detto:

    Sorrido… :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...