Robbie Robertson compie 70 anni. Da chitarrista di Bob Dylan a compositore per Martin Scorsese

Robbie Robertson

Robbie Robertson

Una storia lunga 70 anni quella di Robbie Robertson.

Nato a Toronto (Canada) il 5 luglio del 1943 da padre ebreo e madre indiana della tribù Mohawk, Robbie Robertson muove i primi passi da professionista agli inizi degli anni ’60, entrando come chitarrista nei The Hawks, gruppo di Ronnie Hawkins. La formazione inizia poi a esibirsi per conto proprio nel 1964 e, successivamente, con il nome di The Band, comincia ad accompagnare Bob Dylan nel tour della “svolta elettrica” del 1965-66. Alcuni fan non accolgono bene la voglia rock del cantautore, tanto da urlargli spesso “Judas” (Giuda) nel corso di quei concerti. Dopo quell’esperienza il gruppo continuerà a produrre dischi propri fino al 1976 e si scioglierà, per poi riformarsi dal 1983 al 1999.

Questa, però, è solo una delle tante storie collegate in maniera diretta a quella di Robbie Robertson. Il chitarrista ha pubblicato anche alcuni album da solista (Robbie Robertson, Stryville, Music For The Native Americans, Contact From The Underworld Of Redboy) e le sue capacità compositive sono state riconosciute anche da Martin Scorsese. Il regista infatti gli ha affidato diverse colonne sonore cinematografiche: sue sono infatti le musiche di Toro Scatenato, Re per una notte, Il colore dei soldi, Casinò, Gangs of New York, The departed e Shutter Island.

Robbie Robertson ha pubblicato il suo ultimo disco solista nel 2011 dopo ben 12 anni dall’album precedente. Il lavoro si intitola How To Become Clairvoyant e vede la partecipazione di ospiti illustri come Eric Clapton (coautore di diversi brani e voce solista in una canzone), Steve Winwood, Tom Morello, Trent Reznor e Robert Randolph. Tale album è solo parzialmente autobiografico… forse perché di storia ce n’è tanta da raccontare…

Happy birthday Robbie!

Ci guardiamo e ci ascoltiamo Up On Cripple Creek, brano del 1969, tratto dall’album The Band. Tale versione live è contenuta ne L’ultimo valzer (titolo originale The Last Waltz), film-documentario dell’ultimo concerto dal vivo di The Band prima del primo scioglimento del 1976. La pellicola vanta ospiti come Bob Dylan, Neil Young, Joni Mitchell, Dr. John, Neil Diamond, Eric Clapton, Muddy Waters, Van Morrison, Emmylou Harris, Ron Wood e Paul Butterfield. La regia è di Martin Scorsese.

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Robbie Robertson compie 70 anni. Da chitarrista di Bob Dylan a compositore per Martin Scorsese

  1. Q. ha detto:

    Un grande. Ovviamente, come molti altri ho conosciuto la sua musica con il singolo “Unbound” – nella trasmissione B-Side di Bertallot. Bei, bei tempi!

  2. Pingback: Un patrimonio artistico e culturale americano | Rock Oddity

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...