Rolling Stones, Exile On Main Street. L’anticipazione grafica del punk

Rolling Stones, Exile On Main Street (copertina di Robert Frank, Norman Seef e John Van Hamersveld

Rolling Stones, Exile On Main Street (copertina di Robert Frank, Norman Seef e John Van Hamersveld)

1971. Per la copertina di Sticky Fingers concepita da Andy Warhol scandalizzano l’opinione pubblica. Quel jeans molto attillato con un curioso rigonfiamento pubico fa discutere molto.

1972. I Rolling Stones riescono a stupire ancora una volta con un collage di foto molto particolare che dà vita alla copertina di Exile On Main Street (Rolling Stones Records/Atlantic Records, Virgin Records 1972).

Alcuni scatti in bianco e nero sono opera del fotografo Robert Frank, così come altri spezzoni di filmini in Super 8 sempre in bianco e nero. Il tutto è stato assemblato da Norman Seef e John Van Hamersveld (il primo è fotografo e regista scoperto per le strade di Manhattan dal famoso designer grafico Bob Cato; ha lavorato con Bob Dylan & The Band, Patti Smith, Robert Mapplethorpe, Andy Warhol e altre personalità di spicco di New York. Il secondo è famoso per aver fatto le copertine di Magical Mystery Tour dei Beatles, Crown of Creation dei Jefferson Airplane, Skeletons in the Closet dei Grateful Dead ecc.).

Le fotografie in copertina raffigurano istantanee di vari freak affisse sulla parete in un centro di tatuaggi di New York. Gli scatti sono stati effettuati da Robert Frank nel corso di un viaggio attraverso gli Stati Uniti tra il 1955 e il 1956 e sono stati inclusi nel libro fotografico Gli Americani (titolo originale The Americans, prefazione di Jack Kerouac).

John Van Hamersveld racconterà alcuni anni dopo che ci furono due riunioni nella villa di Bel Air (luogo in cui i Rolling Stones vivevano all’epoca) prima di arrivare alla scelta definitiva della copertina di Exile On Main Street. In tali incontri erano presenti tra gli altri sia i Rolling Stones che Marshall Chess (figlio di Leonard Chess della Chess Records e Presidente della Rolling Stones Records). Nel corso della seconda riunione Mick Jagger decise l’immagine definitiva. La copertina, assemblata principalmente dallo stesso Van Hamersveld, fu approvata infine da Ahmet Ertegun (produttore discografico e fondatore della Atlantic Records insieme al fratello Nesuhi).

John Lydon, celebre voce dei Sex Pistols e dei P.I.L., a metà anni ’80 confidò allo stesso Van Hamersveld che l’immagine di Exile On Main Street costituiva secondo lui “un’anticipazione dell’espressione grafica del sentimento punk che regnerà negli anni successivi”.

Osservando adesso tale copertina si può pensare forse che quel collage di scatti rappresenti ancora oggi la voglia di cambiamento e cioè quella naturale voglia descritta dal rock sin da quando è nato. Qualcun’altro forse potrebbe vederci l’esigenza di esprimersi attraverso un “contenuto multimediale”. Qualcun’altro ancora, tornando alla storia del rock, potrebbe ricollegare la copertina di Exile On Main Street a quella di Achtung Baby degli U2 (Island Records, 1991) concepita dal graphic designer Steve Averill. Tutti, però, possiamo rimanere tuttora incuriositi da quel collage e non possiamo far altro che compiere il passo successivo per riscoprire la grande musica che vi è al suo interno. Play. Track 1: Rocks Off

Informazioni su Leonardo Follieri

Collabora con Jam Viaggio Nella Musica e con Paper Street, scrive su Rock Oddity, dal 2007 scrive di musica per testate online/siti/blog, canta e suona la chitarra. Ha frequentato il Master in Giornalismo e Critica Musicale diretto da Ezio Guaitamacchi, è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano con tesi in diritto d’autore.
Questa voce è stata pubblicata in Copertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...